Come sei bella Maria

Come sei bella Maria,
dolce Mamma mia, in questo tempo in cui lamore sembra sconfitto, e cè la guerra.
Abbiamo bisogno del tuo coraggio, della tua fede,
perché noi pensiamo di poter sconfiggere lansia con la forza e laggressione.
E moltiplichiamo le incognite di una vita che spesso passiamo da alienati.
Come sei grande Maria, tu che sei umile, hai accolto la volontà di Dio,
gli hai permesso di nascere nel tuo grembo,
anche se poi una spada ti ha trapassato lanima.
Liberaci dalla superbia, dolce Mamma,
perché è brutta, è falsa, e porta solo al dolore.
Facci sentire il ribrezzo quando ci assale la tentazione di avere potere sugli altri.
Chiedi al Signore di darci una luce perché sappiamo vedere la realtà con Amore,
con compassione, e non secondo schemi impietosi.
In questi giorni sentiamo parlare del Fronte della Guerra,
di centinaia di soldati avversari uccisi,
mentre i nostri sarebbero stati colpiti dal fuoco amico;
ci raccontano di progresso nelle operazioni belliche.
I mass-media ci dicono ci sono stati pesanti bombardamenti sulle città nemiche,
ci parlano di un nostro soldato caduto; che era un uomo, e ora è un ammasso di carne.
Lo vedi quanto siamo vuoti Maria? Non riconosciamo più il nostro essere,
siamo alienati perché andiamo a sostenere che un uomo morto nel corpo non è più,
non esiste più. Cè ancora chi crede che la vita si esaurisce qui sulla terra.
Crediamo a quello che ci raccontano, vediamo la guerra come fosse un video-gioco,
mentre in ogni guerra ci sono sempre terrore, sangue e lacrime.
E poi, vedi quanto siamo ipocriti, Maria? Gettiamo nel panico tante persone,
uccidiamo, feriamo, e poi ci scandalizziamo se il nemico non rispetta
una certa convenzione internazionale.
Come se la Guerra potesse essere vincolata a regole precise e umane.
Forse il nostro nemico è lipocrisia, la facile esaltazione, la mancanza di conversione.
In questa guerra è il nostro amore a perire sotto il deflagrare devastante delle bombe.
E come in ogni guerra la verità è la prima a cadere sotto il fuoco di punti di vista parziali,
che hanno in comune solo una grande tristezza.
E vero che esiste una legittima difesa, ma quante volte, dolce Mamma mia,
non vogliamo bene, aggrediamo, e lanciamo parole di fuoco
Quelle stesse parole che poi, un giorno,
si trasformeranno veramente in fuoco violento e doloroso.
Siamo smarriti Maria: chiedi al Signore Nostro di mostrarci una via duscita
alla affannosa nostra ricerca di bene.
In questo tempo cupo in cui il nostro male ci sta ricadendo addosso,
io non perderò la Speranza;
alzo gli occhi al cielo e, mentre ti contemplo
con la vista del cuore e della ragione, penso:
come sei bella dolce Mamma mia, come sei bella.

Fabrizio