Il tempo e la Fede

Carissimi fratelli e sorelle, questoggi riflettevo sul tempoe soprattutto riflettevo sul fatto che pur recitando preghiere in momenti diversi della giornata rispetto a voi, mi sento ugualmente unito a voi, e questo poiché la preghiera va molto aldilà del tempo
O megliovoglio dire che il tempo della preghiera non è scandito dal ritmo di due lancette! E così due persone che si trovano in due parti del mondo differenti, con fusi orari differenti possono pregare ed essere uniti nel Signore
Vi faccio un esempio ancora più concreto
Tante volte succede che il Signore ti conceda qualche grazia prima ancora della preghiera (poichè Lui sa che la farai)...e dunque Egli che del Tempo è padrone assoluto può operare in qualsiasi istante presente e futuroEccezionale vero? E così il Signore può far si che io perdoni una persona che mi aveva ferito molti anni fa, come se fosse presente in questo istante
Eh il Tempo, che misteroQuanto ci condiziona, quanto ci limitaeppure siamo noi a scandirne il ritmo... Abbiamo un ciclo biologico, nasciamo, cresciamo e moriamo, ma non c'è un tempo esatto che indichi con precisione questi istanti... Siamo noi che abbiamo deciso che 365 giorni sono 1 anno e che 60 secondi sono un minuto e siamo noi che abbiamo creato il secondo...
Siamo noi che ci limitiamo facendoci condizionare dal nostro tempo!
Il tempo e la stanchezza sono due misure corporee che affliggono e condizionano i nostri corpi, e di cui un giorno faremo meno, sostituendoli con leternità e con la vitalità inesauribile dello Spirito.
Il Tempo è un freno che limita i nostri pensieri e le nostre azioni, e cè un solo modo per far si che ci lasci in pace, sapete qual è? No vero? E lasciarlo scorrere senza misurarlo, senza temere le conseguenze e le vendette. Pensate bene ai detti che sono stati creati sul tempo, ai fiumi di parole, alle invenzioni per cercare di definirlo, ma cosè in realtà il tempo, ve lo siete mai chiesti?
Vi rispondo con le parole di Emilio Crispo, il tempo, miei cari, non è, non esiste, non risolve, non lenisce, non cancella, non trascorre e non muta. Al contrario del tempo un altro prezioso strumento ci viene in soccorso, è la Fede, la Fede fa esistere, risolve, lenisce, cancella il peccato, trascorre immutabile, soccorre e prepara alla beatitudine. Il tempo dunque fa parte di noi e sembra di non poterne fare a meno, diamogli meno importanza, impariamo a non essere schiavi del tempo, perché tempo e spazio misurano il peccato e condizionano l'uomo a compierlo al tempo stesso. Un giorno questo tempo non ci interesserà più e non scandirà più nulla...conterà solo l'eternità, e lì non ci saranno lancette che tengano... Impariamo dunque cari fratelli a familiarizzare con l'eternità, col cielo in cui un giorno vivremo! Come?
Semplice...pregando e amando il Signore fin da ora!
Chi ha tempo non aspetti tempo!

Fabrizio