La sessualità nel disegno di Dio

La castità, la purezza sono doni di Dio e come tali vanno chiesti a Lui...

"Signore dammi un cuore puro, libero da ogni nebbia che offusca la mia fede".

La purezza non riguarda solamente l'aspetto sessuale...la purezza riguarda la persona nella sua integrità, di anima, corpo e spirito....è un cammino nel quale non ci si può mai dire arrivati.
Anche San Francesco ogni giorno doveva lottare contro quelle passioni che il mondo e lo spirito del mondo inevitabilmente cercavano di mettere nel suo cuore...

Tanto più un cuore è puro, tanto più è vicino a Dio, infatti nelle bellissime pagine evangeliche delle Beatitudini è scritto

« Beati i poveri in spirito, perché di essi è il regno dei cieli.
Beati gli afflitti, perché saranno consolati.
Beati i miti, perché erediteranno la terra.
Beati quelli che hanno fame e sete della giustizia, perché saranno saziati.
Beati i misericordiosi, perché troveranno misericordia.
Beati i puri di cuore, perché vedranno Dio.
Beati gli operatori di pace, perché saranno chiamati figli di Dio.
Beati i perseguitati a causa della giustizia, perché di essi è il regno dei cieli.
Beati voi quando vi insulteranno, vi perseguiteranno e, mentendo, diranno ogni sorta di male contro di voi per causa mia.
Rallegratevi ed esultate, perché grande è la vostra ricompensa nei cieli » (Mt 5,3-12).


Beati i puri di cuore...perchè vedranno Dio, tanto più si è puri di cuore tanto più è possibile vedere Dio...anche in questa vita, in un rapporto intimo e profondissimo con Colui che è Purezza!

Come ho detto in precedenza, non è un cammino facile...ma ci viene incontro la grazia se siamo mossi da un desiderio di essere puri e se con buona volontà e un grandissimo atto di umiltà lasciamo da parte quello che pensiamo essere giusto e ci affidiamo alla Parola di Dio...anche se non capiamo inizialmente...capiremo, così è successo per me...così è successo a tanti. Non si può capire cosa significa vivere la castità fino a quando non si inizia a vivere e a lottare ogni giorno per alimentare questo stupendo dono di Dio.
Se troverai difficoltà non disperarti...piuttosto rallegrati, perchè l'oro si prova col fuoco...e la prova fortifica!

Iniziare ogni giorno a resistere alle tentazioni della carne segnerà la tua vittoria sulla stessa carne che desidera privarti della libertà di amare pienamente... ama pienamente solo chi è veramente libero.

Nel periodo adolescenziale talvolta la scoperta della propria sessualità instaura un meccanismo per il quale il piacere che si prova diventa un qualcosa da provare quotidianamente...e poi via via sempre di più, un meccanismo che involontariamente se ci pensi è molto simile a quello di una droga...anche perchè se ne diventa dipendenti...Poi si cresce, ma questo comportamento ormai radicato diventa difficile da estirpare e ci convinciamo che sia giusto...perchè in fondo "che c'è di male a provare piacere!".

Ma non siamo liberi...ecco perchè si parla di atti disordinati, perchè privando l'uomo della libertà distorcono il progetto d'Amore di Dio!!!

Se io non riesco a liberarmi della masturbazione...se io non riesco a liberarmi dal fatto che "ho la ragazza dunque devo fare l'amore", se non riesco a liberarmi dal pensiero che "devo godere sempre di più...ricercare nuove strategie di piacere", se non riesco a liberarmi dallo squadrare tutte le ragazze provocanti che passano e a fare pensieri su di loro...io non sarò mai libero di amare, perchè vedrò sempre al mio piacere o al suo piacere e mai...e mai al nostro amore, di cui il piacere è un contesto facente parte di un intima unione consacrata!!!
Allora il rapporto tra due persone spesso diventa piacere dipendente...e io sono felice solo quando faccio l'amore e non vedo l'ora di vedere la ragazza per fare l'amore e quando non faccio l'amore sono frustrato e triste...senza accorgermene divento schiavo di quella stessa sessualità donatami da Dio per realizzare nella pienezza dell'amore di coppia un progetto meraviglioso...quello della vita...che mi permette di cooperare alla generazione della vita!

Ti faccio un esempio banale, però quando ci ho pensato per la prima volta ho detto..."caspita è vero!".

Dio ci ha creati e ci ha fatti come un prodigio...ha fatto si che tutto il nostro essere vivesse un ordine incredibile e che tutto ciò che abbiamo sia perfettamente ordinato...ci ha donato gli occhi per guardare alle meraviglie del creato, per guardare la Bellezza delle opere di Dio, ci ha donato le orecchie, per udire i suoni e il canto della Creazione, ci ha donato una bocca per comunicare con il Creatore e con la Creazione, per non chiuderci in noi stessi...per vivere una comunione nel dialogo...ci ha donato un naso per sentire il profumo del Creato e così via...ci ha donato anche gli organi genitali...e ce li ha donati perchè trasmettessimo la vita, perchè potessimo dare ad altre creature la gioia di vivere lo specialissimo rapporto d'amore con il Creatore e la possibilità di amare l'Amore ed essere da Lui amati!

Poi è arrivato il peccato originale...la caduta dell'uomo che ha originariamente segnato l'insozzamento di questi originali disegni divini, previsti nell'Eden...in cui l'uomo immortale, viveva una beatitudine eterna! L'uomo,però, tentato dal Maligno ha ceduto alla sua lusinga di farsi come Dio e il male è entrato nel mondo...prima non c'era!
E allora ecco che gli occhi...hanno iniziato a vedere la morte, gli omicidi..cose terribili che prima non vedeva...e anche l'uso degli occhi cambiò, da strumento di contemplazione divennero via via strumenti per alimentare le passioni, gli odi...etc...(sai che gli occhi hanno un linguaggio). La bocca utilizzata per lodare Dio, per dialogare con i propri fratelli per comunicare l'Amore...iniziò a fare l'esperienza della cattiveria, delle maleparole, della volgarità, del turpiloquio...delle parole che tagliano come coltelli e il suo utilizzo iniziale, cominciò ad essere progressivamente storpiato.
Il naso che prima respirava il profumo della preghiera, il profumo di Dio ora sentiva gli odori mefitici del sangue e della morte...le orecchie che prima ascoltavano il Creato e la voce di Dio, ora udivano rumori di guerra e di morte, udivano male parole...e così via per tutto ciò che riguardava l'uomo....anche la sua sessualità, nata in seno al progetto iniziale di Dio sull'uomo subì gli effetti del peccato originale, e la sua originaria funzione fu storpiata...ed iniziò ad essere disordinata, l'uomo iniziò a volgere lo sguardo su se stesso, e nacque la masturbazione, poi lo sguardo dell'uomo macchiato dallo spirito di malizia, di concupiscenza e di lussuria...non vedeva più con uno sguardo puro le altre creature, ma con lo sguardo di colui che voleva possederle e dominarle...e nacque il sesso disordinato, la prostituzione, la fornicazione....

Per secoli Dio ha guidato il popolo sulla via della redenzione, affidando all'uomo dei comandamenti perchè l'umanità macchiata del peccato non si depravasse ulteriormente...il Signore nel suo immenso amore suggerì all'uomo un cammino da seguire...

Il Signore nella sua infinita sapienza, conosce il vero Bene dell'uomo... pertanto i comandamenti non sono dei paletti, delle imposizioni, ma parole piene d'amore che ci incoraggiano ad intraprendere la giusta via, dicendoci "Rimani in questa strada...perchè fuori di essa non sarai felice".

Spesso però, l�uomo superbo e pieno di sé, non ascolta..si ribella e finisce inevitabilmente per fare l'esperienza della tristezza e del vuoto interiore.

Mi rivolgo per un attimo a tutti coloro che guidano.

Se tu, fratello, guidando la tua automobile ad un tratto ti trovassi ad un incrocio lanciato a grande velocità (perchè la vita è come una viaggio in macchina) e non trovassi dei semafori...prova a pensare a cosa potrebbe succedere e alle conseguenze per la povera macchina e per te...(per l'anima e il corpo)...terribili.

Ora quei semafori all'incrocio, non solo ci salvano la vita, ma ci donano anche il giusto equilibrio!

Ma la bontà di Dio non si è fermata all'Antica Alleanza con il popolo di Israele il Padre serbava nel Suo cuore un disegno straordinario che prevedesse la venuta nel mondo dell'Unigenito Figlio di Dio, in Gesù Cristo vero Dio e vero Uomo, mandato nel mondo per rimettere i nostri peccati e meritarci la salvezza!

Ringraziamo il Padre il Figlio e lo Spirito Santo per quest'opera meravigliosa alla quale siamo stati chiamati a partecipare non in qualità di figuranti, nè di coreografia, ma in qualità di figli!

Semplicemente Grazie Signore!

Gesù tu sei venuto nel mondo per Amore e hai donato tutto te stesso per noi, ti preghiamo affinchè la luce che hai portato nel mondo brilli anche nei nostri cuori e possa rischiarare le tenebre e le oscurità del nostro peccato. Fa oh Gesù che per la potenza salvifica del tuo Amore e per la grazia che ogni giorno ci concedi, possiamo comprendere sempre più il tuo disegno d'amore su di noi!

Daniele