Cercate ed otterrete: abbiate fede!

Anche oggi il Signore vuole guidarci attraverso questa semplice riflessione a comprendere qualcosa di molto importante: la salvezza viene dalla fede!

"Il Signore disse a Mosè: Manda uomini a esplorare il paese di Canaan che sto per dare agli Israeliti".

Dio, fedele alla Sua Parola, conduce il popolo uscito dall’Egitto in prossimità della tanto auspicata terra promessa.

La relazione degli esploratori presenta aspetti contrastanti: il paese è davvero magnifico, è "un paese dove scorre latte e miele"; ma "il popolo che abita il paese è potente, le città sono fortificate e immense".

Come reagire a questo stato di cose? Ci sono due possibilità.

  1. Aver fede in Dio e proseguire
  2. Lasciarsi scoraggiare dagli impedimenti e dagli ostacoli e fermarsi
Il popolo eletto manca di fede e ottiene dal Signore quello che nel cuore desiderava, ovvero di non entrare.

Quante volte ci capita di scoraggiarci dinanzi alle difficoltà? Quante volte guardando al futuro vediamo dei giganti? “tutta la gente che vi abbiamo notata è gente di alta statura; vi abbiamo visto i giganti”

Dei muri alti e inaccessibili ? “le città sono fortificate e immense”

Il Signore ci invita a non aver paura, a non scoraggiarci e a non lasciarci prendere dalle difficoltà, perchè queste ingrandendo dinanzi a noi e offuscando gli occhi della fede, aprono la porta alla disperazione…come successe agli Israeliti, i quali "alzarono la voce e diedero in alte grida ", e alle lacrime amare del rimpianto “il popolo pianse tutta quella notte".

Nel Vangelo di Matteo 15,21-28 diversamente dagli Israeliti che per aver indurito il cuore non ottengono ciò che era stato loro promesso, una donna pagana riesce ad ottenere quanto non le era stato promesso proprio per la sua fede, per la sua apertura di cuore.

E’ il trionfo della fede, è il trionfo dell’amore, il silenzio iniziale di Gesù, è trasformato dal perseverare nelle preghiera di quella donna, dalla sua fede genuina, in un miracolo accompagnato da una risposta del Maestro che spalanca veramente il cuore “ Donna, davvero grande è la tua fede! Ti sia fatto come desideri ”.

Perché è stata grande la fede della donna?

Perché riconoscendo la propria povertà, la propria sofferenza, la propria misera condizione ha gridato “Signore, aiutami” al solo in grado di salvare! La donna ha riconosciuto che solo Gesù poteva salvare la figlia, tirarla fuori da quella condizione, ha riconosciuto non sapendolo che la missione di Cristo comincia dalle “pecore perdute della casa d’Israele”, ma non si ferma ad essere (ovvero al suo popolo), ma si estende a tutti gli uomini…perché il Padre mandando il Suo Figlio sulla terra, lo ha mandato per tutti! Gesù salva! Ecco la nostra certezza, ecco su cosa deve essere fondato il pilastro della nostra fede…

“Gesù, tu sei il solo che può salvarmi, Tu conosci la mia miseria, il bisogno continuo che ho di Te, del Tuo Amore…sono povero Gesù, povero, ma se ho Te, Signore, allora non mi manca niente! Riempimi col Tuo Amore Gesù, accresci la mia fede che spesso non crede e non spera fino in fondo che Tu sei la nostra salvezza, davanti alle difficoltà e alle tragedie, apri il mio cuore così chiuso…Donami Te, ancora una volta, opera nella mia vita secondo la Tua Volontà, io mi abbandono a Te…guidami, guariscimi, liberami e conforma il mio cuore al tuo! Gesù, si io credo che solo tu puoi salvarmi! Grazie Gesù!”

Daniele