Una posizione critica su heavy metal e generi affini

Da dove nasce la mia posizione critica in merito ad alcuni generi musicali, in particolar modo heavy, death, doom, black, speed, hardcore, trash, grindcore etc.. metal ?

Nasce dalla lettura dei testi, dallo studio dei contenuti, dalla personale conoscenza in campo occulto/esoterico, dalla visione delle copertine e dei nomi di questi gruppi, ed in particolar modo dall'assoluta antiteticità dei "valori" comunicati.

Cercherò di essere più charo.

C'è tutto un filone musicale che è veicolo di stili di vita e pratiche psichiche o di religiosità secondaria che influiscono negativamente sulla formazione e sulla stessa salute di molti adolescenti e giovani.

Gli adolescenti e giovani che in modo diverso ed a vari livelli di coinvolgimento ruotano intorno a quell'arcipelago di generi musicali, ricevono dalla musica, dai testi, dall'artwork di copertine e riviste , dai gadget di ogni specie,dai libri , dalle dichiarazioni dei loro idoli musicali, etc. una vera e propria iniziazione ed educazione all'anticristianesimo e a volte al satanismo come cultura di ribellione ai modelli sociali dominanti.

Carlo Climati, giornalista stimato, scrittore che segue il fenomeno da anni afferma:

Bisogna capire che la musica è qualcosa che influenza notevolmente i ragazzi, quindi ciò che i cantanti dicono conta. E' importante, per questa ragione, cercare di aiutare i ragazzi a fare delle scelte, anche in campo musicale , che non li introducano in "spiritualità" pericolose per la loro formazione. I genitori devono fare attenzione ed aiutare i ragazzi nelle loro scelte.

Se un adolescente a partire dagli 11-12 anni e per anni- come oggi succede- viene a contatto per ore ogni giorno (anche 4-5 ore) con una musica è fatta ora per deprimere, ora per esaltare, per suggestionare violenza, razzismo, odio, avversione per la religione, per abolire il senso morale, brani che parlano continuamete di satana, di trasgressione estrema, che bestemmiano Dio, Gesù, che inducono ad una regressione al paganesimo, ad una mitica tribalità senza regole, che promuovono lo squilibrio, l' esercizio di eccessi, etc.

Questa spiritualità, quale personalità plasmerà?

La ragione ci dice che questa formazione è potenzialmente pericolosa. Non sono masse ma sono in aumento i giovani che escono da queste esperienze e che soffrono di varie forme maniacali e depressive. E' importante per tutti farsi una idea del fenomeno. Ciascuno poi farà le scelte che riterrà più opportune.

Conoscendo personalmente numerosi giovani che hanno avuto gravi problemi spirituali (possessione diabolica), posso testimoniare come dietro la frequentazione di sette o l'interessamento per l'occulto, nella stragrande maggioranza dei casi ci sia una previa iniziazione basato perlappunto sull'ascolto di determinati filoni musicali.

E' bene chiarire che ci sono delle differenze tra i vari gruppi, che alcuni sono apertamente satanici, altri lo sono in maniera subdola, altri trasmettono valori nichilisti, altri sbandierano l'anticristianesimo sotto forma di ribellione dagli schemi, altri nascondono messaggi subliminali dietro a canzoni apparentemente innocenti... C'è un vero e proprio universo nascosto, ed è il caso di dirlo...ce n'è per tutti i gusti.

Punto di partenza è tuttavia una sola...semplice frase:

"Fai ciò che vuoi", a teorizzarla fu il satanista e occultista Alyster Crowley. Si tratta dell'esplicito invito a vivere la vita senza regole e senza limiti. Dunque la presunzione dell'uomo che vuole mettersi al posto di Dio e diventare Dio di se stesso.

Per tale motivo non è necessario che una musica parli del diavolo, di forconi o lingue biforcute per essere anticristiana, basta la semplice adesione a questa filosofia di vita, che oggi sembra avere tanti seguaci.

Un secondo aspetto importante da prendere in considerazione alla luce della Parola di Dio riguarda l'origine di alcuni filoni musicali, il contesto storico-culturale.

Molti gruppi nascono in un periodo di ribellione, come tentativo di rompere alcuni schemi tradizionali, come voce per esprimere il proprio dissenso e il desiderio di libertà (intesa però non nel suo valore Autentico, quanto piuttosto come desiderio di fare ciò che si vuole), contro la religione, contro la Chiesa, contro la morale cristiana, contro la società, etc...

Sorge spontanea a questo punto una riflessione.

Cristo dice: “Così risplenda la vostra luce davanti agli uomini, perché vedano le vostre opere buone e rendano gloria al vostro Padre che è nei cieli” (Mt 5, 16).

Questo è in definitiva il senso dell'arte (e la musica fino a prova contraria dovrebbe essere proprio una forma d'arte).

Cristo parla della “luce delle opere buone”. Andando oltre - nella sfera della vocazione artistica - si potrebbe parlare con buona ragione della “luce delle opere umane”. Questa luce è la bellezza; la bellezza infatti, come “splendore della forma”, è una luce particolare del bene contenuto nelle opere dell’uomo-artista.

Anche sotto quest’ottica, si può comprendere e interpretare la frase di Cristo circa l’albero buono e i frutti buoni, e circa l’albero cattivo e i frutti cattivi.

“Così ogni albero buono produce frutti buoni e ogni albero cattivo produce frutti cattivi; un albero buono non può produrre frutti cattivi, né un albero cattivo produce frutti buoni. Ogni albero che non produce frutti buoni viene tagliato e gettato nel fuoco. Dai loro frutti dunque li potrete riconoscere” (Mt 7, 17-20).

Da un albero marcio non possono nascere frutti buoni, questo rappresenta per tutti i cristiani un criterio di discernimento importante.

Poniamo l'esempio dell'Heavy metal...quali temi tratta?

[...] temi dell'oscurità, del male/bene, del potere e i toni apocalittici; un linguaggio fantastico che permette di trattare metaforicamente le durezze della vita reale senza ricercarne una rappresentazione realistica come avviene invece nel blues. Inoltre, il metal si oppone tendenzialmente alla cultura hippie "peace and love" degli anni sessanta, presentandosi come una forma di controcultura dove la luce è sostituita dall'oscurità, l'ottimismo dal cinismo e dalla disperazione, il misticismo, pur mantenendo, anche se in modo diverso, una vena pacifista; in casi estremi e abbastanza isolati si può sfociare a temi opposti che possono addirittura sconfinare nel satanico[...] tratto da Wikipedia

Possono questi considerarsi frutti buoni, ovvero affini all'insegnamento di Cristo?

Certamente no, lo stesso vale per altri filoni e correnti musicali.

Talvolta si ascoltano questi generi musicali poichè si condivide la trattazione di alcuni temi sociali ricorrenti. Ritengo tuttavia che ci sia modo e modo per dissentire in merito a tematiche sociali qiali la guerra, la fame etc... E gridare con violenza ed odio contro qualcuno non giova mai a niente.Spesso poi questi temi sociali appassionano e pertanto fungono da specchietto per le allodole, spesso i cantanti scelgono di parlare in certi toni di quelle tematiche poichè proprio in quel modo vengono esposte negli ambienti che molti di quei ragazzi frequentano.

E' inoltre sbagliato (a mio modesto parere) privare della necessaria importanza i testi, è vero che talvolta l'ascoltatore non li comprende, ma l'appassionato solitamente se li impara a memoria, li traduce, tende a fare di alcune frasi un motto e uno stile di vita... basta guardare in alcuni forum che parlano di musica metal per guardare come elementi quali i testi, le immagini delle copertine o dei cantanti, siano utilizzati a come avatr, firme etc...

Molti adoloscenti scrivono nei diari frasi tratte da queste canzoni...facendo della trasgressione di questa musica un puntello per sentirsi qualcuno nella società.

Il metal ha molte ramificazioni, ma come ti dicevo precedentemente è alle radici il marciume...

Ciascun gruppo a modo suo esprime qualche elemento negativo. Se in una traccia si discute di fame nel mondo e nelle altre 5 si fanno inni alla violenza, alla morte, etc... Io non posso fare a meno di trovare in questo una profondissima ipocrisia.

Se la fame è un male, anche la violenza e l'odio lo sono...

Se critico il male e appoggio il male non posso essere coerente con me stesso. Questo è indice che qualcosa non quadra e la visione del Bene ne risulta distorta.

Il tema dell'oscurità

L'atmosfera scura, che è proprio una costante della musica metal. Non bisogna essere degli scienziati per comprendere questo aspetto, basta buttare un occhio al merchandising o fare un giro per i tantissimi forum dedicati... Lo scuro, il nero è un richiamo esplicito a ciò che si oppone alla Luce. Giovanni ci dice che Dio è Luce, pertanto siamo invitati a camminare nella Luce di Dio, rinunciando alle opere infruttuose delle tenebre. Cristo ci esorta ad essere luce per il mondo, a porre la lucerna sul moggio, a testimoniare alla luce del sole, ad essere luce per i fratelli...etc.

Ancora una volta la stupenda attualità della parola di Dio ci viene incontro, aiutandoci a comprendere come deve comportarsi un cristiano.

San Paolo

Lettera agli Efesini Capitolo 5 Versetti 1-20

[1]Fatevi dunque imitatori di Dio, quali figli carissimi, [2]e camminate nella carità, nel modo che anche Cristo vi ha amato e ha dato se stesso per noi, offrendosi a Dio in sacrificio di soave odore.

[3]Quanto alla fornicazione e a ogni specie di impurità o cupidigia, neppure se ne parli tra voi, come si addice a santi; [4]lo stesso si dica per le volgarità, insulsaggini, trivialità: cose tutte sconvenienti. Si rendano invece azioni di grazie! [5]Perché, sappiatelo bene, nessun fornicatore, o impuro, o avaro - che è roba da idolàtri - avrà parte al regno di Cristo e di Dio.

[6]Nessuno vi inganni con vani ragionamenti: per queste cose infatti piomba l'ira di Dio sopra coloro che gli resistono. [7]Non abbiate quindi niente in comune con loro. [8]Se un tempo eravate tenebra, ora siete luce nel Signore. Comportatevi perciò come i figli della luce; [9]il frutto della luce consiste in ogni bontà, giustizia e verità. [10]Cercate ciò che è gradito al Signore, [11]e non partecipate alle opere infruttuose delle tenebre, ma piuttosto condannatele apertamente, [12]poiché di quanto viene fatto da costoro in segreto è vergognoso perfino parlare. [13]Tutte queste cose che vengono apertamente condannate sono rivelate dalla luce, perché tutto quello che si manifesta è luce. [14]Per questo sta scritto:

«Svègliati, o tu che dormi, dèstati dai morti e Cristo ti illuminerà».

[15]Vigilate dunque attentamente sulla vostra condotta, comportandovi non da stolti, ma da uomini saggi; [16]profittando del tempo presente, perché i giorni sono cattivi. [17]Non siate perciò inconsiderati, ma sappiate comprendere la volontà di Dio. [18]E non ubriacatevi di vino, il quale porta alla sfrenatezza, ma siate ricolmi dello Spirito, [19]intrattenendovi a vicenda con salmi, inni, cantici spirituali, cantando e inneggiando al Signore con tutto il vostro cuore, [20]rendendo continuamente grazie per ogni cosa a Dio Padre, nel nome del Signore nostro Gesù Cristo.

Daniele